Adobe Photoshop Lightroom


Introduzione

“Il modo di fare fotografia è cambiato con l'avvento del digitale”. Una frase che abbiamo sentito dire tante volte in questi ultimi anni. Insieme a questa frase abbiamo anche sentito elencare molto spesso una serie di difficoltà che hanno accompagnato questo cambiamento radicale nel modo di fare fotografia. Difficoltà che hanno coinvolto tutti i fotografi, professionisti o semplici amatori, che si sono trovati a combattere con qualcosa che fino a quel momento c'entrava poco con la fotografia: si sono trovati a dover conoscere l'informatica.

I più giovani hanno dovuto semplicemente coniugare due passioni che forse già coltivavano, ma anche per loro i cambiamenti sono stati molti: il digitale ha portato ad aumentare sensibilmente la quantità di scatti per ogni sessione oltre alla ricerca della “perfezione” in ogni foto. Proprio l'aumento del numero di scatti ha portato ad un'invasione di file nei nostri hard disk. File molto spesso simili tra loro, magari catturati a raffica, in cui trovare delle differenze sembra impossibile e tra i quali dover scegliere lo scatto migliore spesso porta via molto tempo. File che devono passare obbligatoriamente da un programma di fotoritocco se si vuole raggiungere quella perfezione in ogni scatto che il digitale ha “costretto a ricercare”. Ma le difficoltà non si fermano qui. Con il digitale si pretende la velocità dei fotografi nel portare a termine il loro lavoro, in breve tempo si devono scegliere le foto, elaborarle, creare dei provini da inviare via mail o da inserire sul web. Altro momento fondamentale rimane la catalogazione delle fotografie: non si può rischiare di non riuscire più a trovare un buono scatto e non si può neanche rischiare che il file venga danneggiato o che una nostra manipolazione lo renda irrimediabilmente compromesso.

Una serie di compiti abbastanza complessi, per i quali spesso ci affidiamo a diversi software che difficilmente riescono a dialogare tra loro in maniera appropriata, portando ad ulteriori perdite di tempo e, a volte, a risultati che lasciano l'amaro in bocca.

E' in questo contesto che Adobe ha presentato un software, Lightroom, giunto ora alla versione 1.3. Un programma “particolare” già dalla sua fase embrionale: per mesi sono state rilasciate pubblicamente le sue versioni “beta” (le versioni “non definitive” del programma, antecedenti il lancio ufficiale) e chiunque abbia voluto è stato messo in grado di scaricare queste versioni “non definitive” ed ha potuto contribuire con le sue osservazioni ed i suoi suggerimenti alla creazione di un software che riuscisse a soddisfare le esigenze di tutti, dai fotografi con grandi flussi di lavoro ai fotoamatori che non sempre si trovano a loro agio nei menù dei complessi programmi di fotoritocco.

Lightroom non è un software sostitutivo del famoso Photoshop. Non è un programma per il fotoritocco. Viene definito un software per la gestione del workflow, serve cioè a gestire l'intero flusso di lavoro che un fotografo che lavora in digitale si trova a dover gestire. Lanceremo Lightroom nel momento in cui inseriremo la scheda di memoria nel computer per scaricare le fotografie scattate e lo chiuderemo quando avremo inserito sul web una galleria di quelle stesse foto, passando per la visione e la scelta delle foto, le principali regolazioni, la stampa dei provini e la creazione di slideshow: tutte cose che permette di fare Adobe Lightroom. La promessa del software è quella di un'alta usabilità: un software semplice da usare che garantisca un'elevata qualità del risultato finale anche a chi non ha dimestichezza con il computer ed allo stesso tempo tanto potente da soddisfare le esigenze dei fotografi professionisti.

E' con queste premesse che abbiamo messo alla prova Adobe Lightroom.

Adobe Photoshop Lightroom

1. Introduzione
2. Library
3. Develop
4. Slideshow - Print - Web
5. Conclusioni

Articoli Correlati
Commenta su Facebook
Commenta questa notizia! Basta registrarsi al forum di ZMPHOTO. Clicca QUI.
Galleria Fotografica
Tramonto sull'ala
nudo
Meeme Mod@Workshop Beauty
Io fotografa di me stessa
Carnevale in Verde
Londra: Manifesto al Consumismo
Val d'Orcia #2
Rosso di sera...anzi rosa..
bellezze celate
Good night...
Coccinelle biricchine
s.t.
75 secondi
Verso le tracce..
In your eyes

Direttore Responsabile Marco Zanirato
ZMPHOTO testata giornalistica registrata presso il tribunale di Monza, n. 1934 del 1/12/2008
Copyright © 2003-2016 zmphoto.it Tutti i diritti riservati.
ISSN 1827-3653 - P.IVA 04865660965
Condizioni d'Uso & Privacy
Contatti