Canon Powershot G9


Canon Powershot G9

Testo & Immagini a cura di Francesco Ferruzzi.

Introduzione

A circa un anno di distanza dalla presentazione del modello precedente Canon svela l'erede dell'ottima G7: la nuovissima Powershot G9.

Le caratteristiche tecniche parlano chiaro. Poche ma mirate novità volte a correggere alcuni difetti e a mettere a disposizione alcune importanti funzionalità segno di come Canon sappia ascoltare i propri clienti e prontamente rimediare offrendo prodotti aggiornati e vicini alle aspettative degli utenti soprattutto per prodotti di fascia elevata come la famosa serie G, fotocamere che segnano la linea di confine per le loro prestazioni tra le compatte e le reflex digitali, unendo caratteristiche presenti nell'uno e nell'altro tipo di fotocamere.

Principali Caratteristiche

Dopo l'inaspettata eliminazione dal modello precedente, nella nuova G9 ritroviamo la registrazione dei file in formato RAW (opzione che era scomparsa nella G7) che consente di avere un controllo molto più ampio nella gestione delle immagini in post produzione. Inoltre la risoluzione del sensore è passata da 10 a 12 megapixel, consentendo di riuscire a raggiungere una dimensione massima delle fotografie di 4.000x3.000 pixel anche se una quantità così alta di pixel su un sensore di piccole dimensioni ha aumentato le difficoltà della fotocamera di contenere il rumore digitale. Altra importante novità è rappresentata dal monitor LCD che continua a non essere orientabile, ma ora misura ben 3” (contro i 2,5” della G7) con una risoluzione di 230,000 punti (contro i 207,000 del precedente modello).

Sicuri punti di forza della fotocamera sono la possibilità di utilizzare la messa a fuoco manuale (con riquadro zoom per permettere una regolazione accurata e la possibilità di far scattare 3 fotogrammi in bracketing sulla messa a fuoco, impostando il range di escursione del bracketing stesso). L'accensione è praticamente immediata ed anche il ritardo dello scatto (il tempo che intercorre tra la pressione del pulsante di scatto e la realizzazione effettiva della fotografia) è trascurabile anche se non è ovviamente ai livelli “quasi nulli” delle reflex digitali.

Il processore d'immagine è il DIGIC III, lo stesso utilizzato sulla reflex digitali di casa Canon (peraltro già presente sulla G7) che consente un'elaborazione d'immagine veloce anche utilizzando il formato RAW.

L'obiettivo è un 6x, equivalente nel formato 35 mm ad un 35-210 mm con luminosità variabile tra f/2,8 in posizione wide ed f/4,8 in posizione tele. Troviamo anche lo stabilizzatore ottico di immagine che consente di lavorare con tempi di esposizione ben più lenti di quelli ritenuti “di sicurezza” ed è anche impostabile per lavorare sui soli movimenti in verticale, consentendo così una stabilizzazione ottimale per le riprese con la tecnica del panning.

La sensibilità ISO può essere impostata utilizzando l'apposita ghiera, nei valori che vanno da ISO 80 a 1600.

Altra caratteristica che dona alla G9 una marcia in più è la possibilità di montare flash della serie Speedlite EX sulla slitta porta-flash e di poter controllare il flash comodamente dal menù della fotocamera.


Canon Powershot G9

1. INTRODUZIONE
2. Specifiche Tecniche
3. Design & Costruzione
4. Caratteristiche Avanzate
5. Immagini & Video
6. Conclusioni

Articoli Correlati
Commenta su Facebook
Commenta questa notizia! Basta registrarsi al forum di ZMPHOTO. Clicca QUI.
Galleria Fotografica
Gesti di speranza
stazione
Rosso
Pink portrait
tul
Sotto il Civetta
Atlantide
CapillaritÓ
Ponte Vecchio
Come Swarovski
skyline romano
Soffice
Slightly different
Trasimeno
Papaveri in concerto

Direttore Responsabile Marco Zanirato
ZMPHOTO Ŕ testata giornalistica registrata presso il tribunale di Monza, n. 1934 del 1/12/2008
Copyright © 2003-2016 zmphoto.it Tutti i diritti riservati.
ISSN 1827-3653 - P.IVA 04865660965
Condizioni d'Uso & Privacy
Contatti