Parco nazionale dei laghi di Plitvice

Testo & Immagini di Sergio Ramari

All'arrivo alla Reception del parco, dopo aver parcheggiato il proprio veicolo e acquistato il biglietto, chiedete al banco informazioni quale direzione prendere a piedi per raggiungere l'inizio del percorso. Dopo una camminata di circa 1Km troverete un piazzale con la scelta di proseguire a sinistra o prendere in trenino a destra, consiglio di proseguire a sinistra a piedi per raggiungere una casupola con l'attracco del 1° traghetto che dopo 100m vi scaricherà sulla sponda opposta per iniziare la prima parte della visita al " paradiso" che è Plitvice

Vi incamminerete per sentieri in parte sterrati ed in parte costruiti con pali di legno che a volte vi permetteranno di camminare a fianco o addirittura sull'acqua dei mille rivoli che si irradiano per tutta la foresta.

Dopo una piacevolissima camminata raggiungerete le prime significative cascate ( riprese nelle foto da qui' in avanti, scattate con un cavalletto, la mia eos 20d, il Tamron 17-35 e soprattutto avendo fatto attenzione nel posizionarmi fuori dal sentiero in pali, che con il passaggio delle persone data la lunga esposizione delle foto vibrava non poco )

Tra una cascata e l'altra si rimane comunque colpiti dai colori e dalla ricchezza di Trote che popolano i laghetti

Finito il 1° tour si viene indirizzati all'approdo per prendere l'altro traghetto, che questa volta con un percorso più lungo vi porterà all'inizio del 2° tragitto.

Arrivati a destinazione avrete la possibilità di rifocillarvi al grande chiosco in mezzo ad un prato e mangiare sù tavolacci da Pic-Nik dove potrete saziarvi con polli arrosto cotti sulla brace ed altre specialità della zona a prezzi modici

Il percorso da qui' sarà un pò più impegnativo se vorrete fare i percorsi a livello dei laghetti e gli altri in cima alle montane che circondano gli stessi

A fine giro potrete tornare a piedi al traghetto scegliendo il percorso "alto" o quello a livello d'acqua, arrivati quasi all'approdo dello stesso per il ritorno, potrete scegliere di utilizzare il trenino su gomma che vi riporterà al piazzale sopracitato . Le vacanze dell'Agosto 2008 le ho passate a Trogir (a 30Km da Spalato) in Croazia, ho visitato anche il Parco Nazionale Krka - Sibenik, altro posto fantastico, ma questo è un'altro episodio.

Cito un testo descrittivo trovato in rete : "Il Parco nazionale dei Laghi di Plitvice, situato nel cuore della Croazia, è stato istituito nel 1949 su una superficie di 30 000 ettari quasi interamente coperta di boschi. Dal 1979 è considerato patrimonio mondiale dell`UNESCO. Il complesso di Plitvice si trova tra i massicci della Mala Kapela e di Pljesevica nella Lika, a 139 km da Zagabria. Il fenomeno naturale e' unico, 16 meravigliosi laghi collegati tra loro da una serie di cascate incise nel tufo. I laghi si dividono in 12 superiori, di cui il Prosce (639 m) è quello situato più in alto e 4 inferiori, di cui il Novakovic Brod (503 m), è quello posto più in basso. I bacini superiori sono circondati da boschi lussureggianti e contano numerosissime cascate, mentre i laghi sottostanti sono più piccoli e meno profondi. La cascata più imponente è quella di Sastavci, da cui le acque del torrente Plitvica precipitano nei laghi inferiori da un`altezza di 76 metri e da qui si riversano nel fiume Korana. Le rupi scoscese nascondono nel loro ventre 14 grotte calcaree e 6 grotte scavate nel tufo.

Il clima è prettamente montano e il periodo più adatto per visitare il Parco Nazionale di Plitvice risulta quello estivo, benché lo spettacolo delle cascate gelate, d`inverno, sia assolutamente imperdibile per la sua rara bellezza. Le acque del lago maggiore d`estate raggiungono i 24C. I laghi sono ricchi di pesce e crostacei e la pesca è permessa, ma solo in alcune zone limitate e con il relativo permesso. La fauna è assai ricca: sono state censite 160 specie di uccelli, tra cui l`aquila, il falco di palude, il falco pellegrino, l`upupa, il martin pescatore, l`airone, la civetta e l`allocco.

I visitatori possono spostarsi all`interno del parco percorrendo i sentieri scavati lungo le rive o le passerelle. Alcuni autobus elettrici conducono ai punti di partenza delle passeggiate o agli alberghi del parco. Il lago più grande può essere visitato con battelli elettrici.

Nelle zone limitrofe si possono trovare alloggi in case private con appartamenti o camere in affitto oppure potrete soggiornare nelle pensioni a conduzione familiare. L'offerta gastronomica e' molto ricca e spazia da menu di carne e selvaggina a menu a base di pesce di fiume (trote e rane). Il parco dista 215 km da Trieste e si trova a metà strada circa tra Zara e Zagabria. Su questa nuovissima autostrada trovate chiare indicazioni sull'uscita. Bisognerà poi percorrere circa 150 km su strade statali (molto suggestive) tra campi e colline, godetevi il viaggio!

Sergio Ramari

Articoli Correlati
Commenta su Facebook
Commenta questa notizia! Basta registrarsi al forum di ZMPHOTO. Clicca QUI.
Galleria Fotografica
Sassineri
In attesa
luci e ombre
silenzio
Etna Red Passion
laundry
Tuscia
Take place
Passione
Insalata
Praga #1
Postazioni sul Pal Piccolo
marg
Red Divine
Occhi

Direttore Responsabile Marco Zanirato
ZMPHOTO testata giornalistica registrata presso il tribunale di Monza, n. 1934 del 1/12/2008
Copyright © 2003-2016 zmphoto.it Tutti i diritti riservati.
ISSN 1827-3653 - P.IVA 04865660965
Condizioni d'Uso & Privacy
Contatti