San Pietroburgo

SAN PiETROBURGO

Testo & Immagini di Fabrizio Bargellini

San Pietroburgo nata nel 1703, poi modificato all'avvento ella rivoluzione con il nome Pietrogrado e successivamente alla morte di Lenin, Leningrado. Non é facile in 15 immagini presentare una città come San Pietroburgo, come molti importanti città con grandi patrimoni artistici avrebbe bisogno di molto più spazio. Alcuni miei scatti la presentano sotto l'aspetto turistico, con alcuni inserimenti di personaggi. I tempi sono molto cambiati in questi ultimi anni in questa città, in meglio per gli abitanti ma sfortunatamente non per il turista reportagista quale io mi sento attirato. Sicuramente Mosca offre molto di più, San Pietroburgo é sempre stata una città che ha subito il riflesso delle grandi capitali europee, non a caso Pietro il Grande la costruì su modello delle città che aveva visitato e tanto più furono artisti e architetti prevalentemente Italiani a costruirla. Mosca offre, ad un fotografo che ruba immagini, molte più occasioni, ma questa città ha un fascino meraviglioso e a chi ha occasione di visitarla sicuramente rimane il desiderio di tornarci.

Attendere che la pagina sia stata completamente caricata prima di cliccare per la versione ingrandita.

San Pietroburgo
San Pietroburgo
Panoramica sulla neva dal Birzhevoj Mosta sulla destra il Museo Navale le colonne rostrate che in origine erano fari che guidavano le navi nel trafficato porto di San Pietroburgo, le imponenti colonne alte 32 metri spiccano sulla Neva e vengono illuminate per il giorno della Marina e altre importanti occasioni.
Il Birzhevoj Mosta che collega l'Isola di Petrograndaja con Vasilevskii Ostrov, solitamente questo e tutti gli altri ponti vengono aperti durante l'estate dalle ore 1 alle ore 4,30 per far passare le navi. In questa immagine il ponte é aperto di giorno in una delle rare volte per una gara di barche a vela.

San Pietroburgo
San Pietroburgo
Una caratteristica carrozza dei tempi dello Zar che sosta nella piazza del Palazzo costruita da uno dei tantissimi architetti italiani, che hanno eretto la città, Rossi, nello sfondo lo splendido palazzo dello stato maggiore, le due ali sono colllegate da un doppio arco di trionfo che conduce a Bolshaaja Moskaja che poi si immette nella popolarissima Nevkiy Prospekt, L'arco é coronato da una vivace scultura della Vittoria nel suo carro eretta dagli artisti Stepan Pimenon e Vasilij Demut- Malinovkij.
Ragazza in costume davanti alla porta della Neva che dal fiume conduce all'interno della fortezza di Pietro e Paolo.

San Pietroburgo
San Pietroburgo
Coppia sulle rive della Neva, lato fortezza, in ammirazione della parte posteriore dell'Ermitage, palazzo costruito da Domenico Trezzini italiano
Una delle tantissime coppie che dopo il matrimonio si apprestano al rito di rompere le coppe dopo aver brindato sulle rive della Neva.

San Pietroburgo
San Pietroburgo
Due figuranti con costumi del 700 che rappresentano Pietro I e Caterina la Grande, in attesa di turisti per la classiche foto ricordo.
Dettaglio dell'imponente monumento museo che rievoca gli eroici difensori di Leningrado che per 900 giorni patirono e morirono durante l'assedio della Seconda guerra mondiale.

San Pietroburgo
San Pietroburgo
Cittadino russo dona fiori ad un Veterano nella giornata della Vittoria dove tutta la città festeggia i Veterani vestiti ed adornati di medaglie a dimostrazione del loro valore.
Scorcio con uomo pubblicità in Nevskij Prospekt, nello sfondo la torre della Duma.

San Pietroburgo
San Pietroburgo
Giovane turista davanti alla Chiesa sul sangue Versato. La chiesa fu costruita nel 1883 dove esisteva una piccola chiesa, attualmente incorporata. Le chiese furono erette dove fu assassinato lo Zar Alessandro II l'11 Marzo del 1881. La portentosa giustapposizione di materiali dà alla chiesa un aspetto particolarmente vistoso. All'interno, i mosaici dell'iconostasi delle icone, del baldacchino e del pavimento sono impreziosite da oltre 20 tipo di minerali tra cui il diaspro, la rodonite, il porfido e il marmo italiano.
La facciata barocca del Kunstkammer (Camera d'arte) 1718-1734 primo museo di San Pietroburgo sull'isola Vasilevskij attualmente é museo di antropologia e etnografia. In primo piano parte della spalletta del Dvortsovy Most che collega l'isola Vasilevskij con il palazzo d'inverno e Ermitage.

San Pietroburgo
San Pietroburgo
Venditore di prodotti caratteristici davanti all'Incrociatore Aurora che, secondo gli annali della Rivoluzione alle ore 21,40 del 25 ottobre 1917 segnalò l'attacco a Palazzo d'inverno sparando un colpo a salve. Durante l'assedio di Leningrado fu affondato per essere protetto dall'esercito tedesco. La nave fu recuperata nel 1944 dopo 950 giorni. Attualmente é museo e visitabile liberamente.
Scorcio tra le colonne della chiesa di Pietro e Paolo nella Fortezza, la costruzione inquadrata é adibita a biglietteria e conserva una barca che sembra appartenuta a Pietro il Grande.

San Pietroburgo
Il Veliero Rosso. Ogni anno alla fine di giugno vengono festeggiati gli studenti che terminano la scuola e si apprestano a iniziare l'università. La festa segue una novella dei Fratelli Grim, dove una principessa vede arrivare il suo amato su di un veliero. La festa termina verso le tre di notte dato il tardo inizio dovuto alle “ notti bianche, altro spettacolo naturale, con un incessante invio di fuochi artificiali accompagnati da musiche e illuminazioni delle fontane e delle colonne rostrate. Un meraviglioso spettacolo che nessun indigeno vuole perdere e che ogni turista non può perdere.
 

Articoli Correlati
Commenta su Facebook
Commenta questa notizia! Basta registrarsi al forum di ZMPHOTO. Clicca QUI.
Galleria Fotografica
stazione
Concentrazione
Pink portrait
dancing in the dark
gr 2
Marketa
qulacosa emerge dal blu
Terra
[TEMA:MAN AT WORK] Pausa sigaretta!
Nel blu
silhouette
Isola di San Pietro
Winter movement
La sera ha l'oro in bocca!
ricordando l'inverno

Direttore Responsabile Marco Zanirato
ZMPHOTO testata giornalistica registrata presso il tribunale di Monza, n. 1934 del 1/12/2008
Copyright © 2003-2016 zmphoto.it Tutti i diritti riservati.
ISSN 1827-3653 - P.IVA 04865660965
Condizioni d'Uso & Privacy
Contatti