SIGMA 15-30 f/3.5-4.5 EX DG

Premessa

Come molti di voi sapranno, una delle caratteristiche più importanti delle macchine fotografiche reflex digitali di ultima generazione è quella di moltiplicare per un fattore pari a 1.6 volte circa la lunghezza focale di qualunque obiettivo venga loro collegato.

Il sensore che cattura le immagini nelle moderne reflex digitali è infatti più piccolo rispetto alla normale pellicola 35mm. Per questo motivo l'immagine realmente sfruttata dal sensore è solo una parte di quella proiettata sul piano focale dall'obiettivo. Come risultato si ha un ingrandimento dell'immagine come se la focale dell'obiettivo fosse 1,6 volte circa la lunghezza reale.

Canon 10D con SIGMA 15-30 EX DG

Questo fenomeno, a seconda del genere di fotografia, può risultare un vantaggio oppure un costoso inconveniente.

Se pensiamo ai fotografi naturalisti è subito evidente il vantaggio che si ha quando, usando un semplice e poco costoso 200mm, ci si ritrova con un potente 320mm ed un evidente risparmio in termini economici.

La situazione purtroppo si ribalta quando si parla di foto di paesaggio o di architettura dove per usufruire del campo visivo di un normale 28mm bisogna ricorrere ad un costosissimo 17mm.

Intuita la necessità di un obiettivo con focali corte accessibile ad un prezzo ragionevole, SIGMA ha proposto ormai da qualche tempo, uno zoom ultragrandangolare che copre le focali da 15 mm a 30 mm con una distanza di messa a fuoco minima di soli 30 centimetri, su tutte le focali.

Iniziamo con un po' di numeri:

DATI TECNICI
Costituzione ottica: 17 Elementi in 13 Gruppi
Angolo di campo: 110,5°-71,6°
N° lamelle per diaframma: 8
Apertura minima (grandangolo): 22
Distanza minima di messa a fuoco (cm/in.): 30/11,8
Rapporto di riproduzione: 1:6
Diametro filtri (0 mm) Inserimento con portafiltri posteriore
Misure esterne diametro x lunghezza (mm x mm / in. x in.): 87 x 130 / 3,4 x 5,1
Peso (g / oz.): 615 / 21,7

 

ESTETICA E COMANDI

Passando dai numeri allle impressioni d'uso l'obiettivo risulta decisamente voluminoso e con un peso abbastanza considerevole. Utilizzandolo però risulta ben bilanciato e si impugna con facilità.

Esteticamente la finitura EX di SIGMA conferisce all'obiettivo un aspetto professionale e di grande eleganza.

La costruzione è curata e i materiali di qualità; il tutto si traduce in un obiettivo adatto ad un uso semiprofessionale.

Sul barilotto, prevalentemente realizzato in robusta plastica, spiccano le ghiere dello zoom e della messa a fuoco. Quest'ultima insieme al classico interruttore deve essere azionata per passare dalla messa a fuoco manuale a quella automatica. Questa caratteristica si traduce in una certa scomodità durante il normale uso rendendo l'operazione poco intuitiva e piuttosto laboriosa.

Canon 10D con SIGMA 15-30 EX DG

Nella parte frontale dell'ottica, spicca il valido paraluce a petali realizzato in metallo. Durante le prove sul campo si è dimostrato molto ben progettato e capace di proteggere l'ottica dal richio di riflessi indesiderati in maniera molto efficace.

Purtroppo a causa delle caratteristiche ottiche dell'obiettivo, l'elemento frontale di forma quasi semisferica, si trova spesso in posizione molto sporgente con il rischio di venir danneggiato durante il normale uso.

Infine nella parte posteriore dell'ottica si trova il vano portafiltri. L'elemento frontale, infatti, non permette l'utilizzo dei normali filtri a vite e l'unica alternativa sono i ben più costosi filtri in gelatina da applicare nell'apposito portafiltri. Nella confezione è incluso un piccolo accessorio utile a ritagliare i filtri nella giusta dimensione.

SUL CAMPO

Durante la mia prova, l'obiettivo è stato utilizzato con corpi macchina Canon in particolare una Canon EOS D30 e una Canon EOS 10D.

SIGMA, come consuetudine, propone versioni dell'obiettivo adatte alle più diffuse marche di macchine fotografiche reflex.

Canon 10D con SIGMA 15-30 EX DG

La prima impressione, una volta montata l'ottica, è di grande eleganza e solidità unite ad una buona maneggevolezza dell'insieme macchina obiettivo.

L'autofocus è preciso e abbastanza veloce. Le prestazioni in ogni caso sono inferiori al sistema USM di Canon che tra le altre cose risulta anche notevolmente più silenzioso.

La ghiera dello zoom e quella del fuoco sono ben dimensionate e si azionano in modo adeguato opponendo la giusta resistenza.

QUALITA' DELLE IMMAGINI

Prima di tutto è doveroso premettere che a causa del fattore di moltiplicazione di 1,6x in realtà viene sfruttata solo la parte centrale dell'obiettivo con evidenti vantaggi in termini di resa ottica. Utilizzando l'obiettivo con normali reflex a pellicola o con sensori a pieno formato la qualità delle immagini soprattutti ai bordi sarà inferiore.

Canon 10D con SIGMA 15-30 EX DG

Nel nostro caso le immagini che abbiamo ottenuto sono molto nitide da bordo a bordo, con una adeguata risoluzione e dai colori saturi tendenti alle tonalità calde.

Il buon lavoro svolto dal paraluce protegge in modo efficace dal rischio di luci parassite.

Alla focale più corta di 15mm ( equivalente a 24mm nel formato 35mm ) la visuale è ampia ma sono evidenti le distorsioni geometriche dovute alla cortissima focale. Nell'uso normale non sono fastidiose ma sono abbastanza evidenti da sconsigliare l'uso di questa ottica per lavori di architettura.

MACROFOTOGRAFIA

La cortissima distanza di messa a fuoco permette l'utilizzo di questa ottica anche per piccoli impieghi nel campo della macrofotografia. Seguono alcuni esempi.

Le immagini non sono state ritoccate in nessun modo.

Clicca per la Versione Originale

Canon EOS D30 con SIGMA 15-30 EX DG @ f/8

100% FullFrame Crop

Clicca per la Versione Originale

Canon EOS D30 con SIGMA 15-30 EX DG @ f/8

100% FullFrame Crop

Clicca per la Versione Originale

Canon EOS D30 con SIGMA 15-30 EX DG @ f/8

100% FullFrame Crop

CONCLUSIONI

Obiettivo di grande qualità sia dal punto di vista ottico che costruttivo. Produce ottime immagini del tutto a livello dei più famosi e ben più costosi rivali ( Canon EF 16-35 f/2.8 ).

Le uniche pecche ( se di difetti si può parlare ) sono da ricercare nel sistema autofcus,nella scarsa luminosità, e nella variabilità del'apertura massima alle differenti focali.

Con queste premesse il professionista forse preferirà dotarsi dei modelli più costosi forniti da Canon o dalle rispettive case produittrici.

L'amatore evoluto invece troverà sicuramente grandi soddisfazioni nel'utilizzo di questo splendido obiettivo.

Considerando il rapporto qualità prezzo merita sicuramente un valido 8.

Articoli Correlati
Commenta su Facebook
Commenta questa notizia! Basta registrarsi al forum di ZMPHOTO. Clicca QUI.
Galleria Fotografica
Torre delle stelle
Baia del silenzio by night
trasparenze
sunset
in the office!
TRAMONTO
Mattina dorata
Micromondo a colori
La cittā che muore
Dolomiti - Ra Gusella Under A December Night
Tramonto a El Patos, Tenerife
Empire State Building
Dente di cane
Leopardo
Mirror

Direttore Responsabile Marco Zanirato
ZMPHOTO č testata giornalistica registrata presso il tribunale di Monza, n. 1934 del 1/12/2008
Copyright © 2003-2016 zmphoto.it Tutti i diritti riservati.
ISSN 1827-3653 - P.IVA 04865660965
Condizioni d'Uso & Privacy
Contatti