Olympus Camedia 770 UZ

INTRODUZIONE

Aggiornamento dell'ottima C-750, la nuova Olympus Camedia 770 UZ stupisce per qualità e funzionalità avanzate.

Caratteristica principale da cui deriva anche la sigla UZ (Ultra Zoom) è l'incredibile gruppo ottico. Dotato di uno zoom 10x,il più compatto al mondo, varia la sua focale da 38mm in posizione grandangolo a ben 380mm in posizione tele. Ottima anche la luminosità massima che varia da f/2.8 a solo f/3.7 alla massima focale.

Nuovissimo anche il processore digitale TruePic TURBO che migliora la qualità delle immagini riprese e velocizza notevolmente tutte le operazioni della macchina.

E' presente anche la tecnologia PictBridge rendendo in questo modo possibile la stampa diretta dalla macchina fotografica senza la necessità di un collegamento al PC di casa.

Infine la compatta digitale Olympus dispone di una modalità video grazie alla quale è possibile registrare filmati fino a 640 x 480 pixel a ben 30 fps. Il tutto potrà essere memorizzato in formato MPEG4, formato ideale in quanto mantiene elevatissima la qualità dei video pur occupando poco spazio sulle costose schede di memoria.

DESIGN & COSTRUZIONE

Il corpo macchina realizzato prevalentemente in metallo è molto compatto tanto da rendere possibile il trasporto della C-770 UZ in qualunque tasca. La costruzione è curata e la sensazione che si ha impugnando la macchina è di solidità. Non si avvertono evidenti scricchiolii merito anche della buona qualità dei materiali.

La parte frontale è prevalentemente occupata dal gruppo ottico. Lo zoom, a differenza di molte compatte, non scompare completamente nel corpo macchina a causa dell'elevato fattore di ingrandimento. All'accensione tuttavia si estende in posizione operativa per poi non variare
più posizione. Ottimo il copri-obiettivo ben saldo all'estremità della lente e soprattutto fissato all'ultima parte dell'ottica.Questo permette di proteggere le lenti frontali anche a zoom completamentre esteso, cosa spesso impossibile con altre macchine in cui il tappo è fissato alla base dell'ottica che estendendosi ne causa il distacco.

La parte superiore ospita la slitta per agganciare un flash esterno, un piccolo flash incorporato, la ghiera di selezione dei programmi,il pulsante di scatto e la leva dello zoom.

Sul lato sinistro, protetti da uno sportellino, trovano posto le connessioni audio-video, una velocissima porta USB 2.0 per la connessione al PC e la presa per un alimentatore esterno - opzionale. E' presente inoltre un piccolo altoparlante per riprodurre il sonoro dei video e le annotazioni vocali associabili ad ogni immagine.
   

Sopra un particolare del gancio per il laccio da polso per il trasporto.

Nella parte inferiore si trovano il vano batterie, l'alloggiamento per la scheda di memoria di tipo XD e l'aggancio per il trepiedi purtroppo in posizione disassata rispetto al centro dell'ottica.

 

Infine la parte posteriore ospita il bellissimo display LCD da 1.8" e 118.000 pixel molto nitido e soprattutto incredibilmente fluido nella visualizzazioe. Poco sopra è posizionato l'oculare di tipo elettronico. Dotato di ben 240.000 pixel permette una visione chiara e precisa dell'inquadratura e inoltre riporta tutte le informazioni di scatto utili durante la ripresa.

Ben disposti e facilmente accessibili troviamo anche una serie di pulsanti tra cui il "joystick" per navigare tra i menu, lo sblocco del flash (di tipo meccanico), l'autoscatto,e il comodissimo pulsante QUICK VIEW che con una sola pressione permette di rivedere rapidamente gli scatti già memorizzati.

 

TELECOMANDO
In dotazione viene fornito un semplicissimo telecomando dotato di un solo pulsante. Premendolo è possibile scattare foto a distanza oppure azionare la visualizzazione delle foto comodamente seduti sul divano mentre la fotocamera è collegata alla TV con il cavo fornito in dotazione.
AGGANCIO TREPPIEDI
A causa delle dimensioni veramente contenute del corpo macchina, i progettisti Olympus hanno sistemato l'aggancio del trepiedi in posizione decentrata rispetto all'asse dell'ottica. Inoltre la parte filettata è costruita in semplice plastica anzichè in metallo con conseguente rischio di rotture se la parte dovesse essere troppo sollecitata durante l'uso della macchina con il trepiedi.
OTTICA
Caratteristiche di rilievo della C-770 è il potentissimo zoom 38-380mm nel formato equivalente 35mm. Molto luminoso (f/2.8 di apertura massima in posizione grandangolo) si è dimostrato capace di produrre immagini sempre nitide e molto dettagliate. I colori sono riprodotti fedelmente. Unico neo il motorino interno piuttosto lento e rumoroso.
BATTERIE
In dotazione alla C-770 UZ un pacco batterie ricaricabili al litio. Di dimensioni molto contenute consente una buona autonomia di scatti ( circa 250 usando in modo intenso il display LCD e il flash). I tempi di ricarica sono di circa 2 ore.

 

La confezione, molto compatta, contiene la macchina, un cavo USB, un cavo video, il manuale, tracolla e gancio per il copri-obiettivo, e il software. A differenza di molti produttori Olympus ha inserito nella dotazione stabdard una scheda XD da ben 128 MB ottima per iniziare e per prendere confidenza con la macchina.

FUNZIONI

Moltissime le modalità di ripresa a disposizione. Dal completo automatismo ai programmi preimpostati (Ritratto, Sports, Paesaggi-Gruppi, Paesaggi, Scena Notturna, Autoritratto, MyMode, A/S/M e SemiAutomatico). Non molto comoda la modalità A/S/M che raggruppa in un'unica posizione il programma a priorità dei diaframmi A, a priorità di tempi T e il completo funzionamento manuale M. La scelta tra le tre opzioni deve essere fatta selezionando l'apposita voce nel menu interno. Troppo macchinoso.

La messa a fuoco, sebbene non ci abbia stupiti per velocità, si è sempre dimostrata affidabile e sufficientemente precisa sia in modalità normale che continua. Manca purtroppo una luce di assistenza utilissima in condizioni di luce scarsa o per immagini con basso contrasto. Abbastanza comoda invece la messa a fuoco manuale. Una volta azionata, la parte centrale del display visualizza la zona centrale del fotogramma ingrandita per operare con maggior precisione anche se la risoluzione del display LCD non è sufficiente per una regolazione davvero precisa.

L'esposizione automatica si è dimostrata molto accurata e raramente si è lasciata ingannare. Le immagini sono sempre risultate ben esposte e bilanciate, senza alte luci bruciate e con ombre ricche di dettagli. Buona anche la gestione del bilanciamento del bianco sempre ragionevolmente accurato. Solo in poche occasioni le immagini sono state memorizzate con tonalità molto calde rispetto all'originale.

Di buona qualità il flash integrato dotato di 2 lampade distinte necessarie a coprire l'estrema escursione focale dello zoom 10x. Buona anche la gestione dell'esposizione sia negli scatti con flash attivo come luce principali che come luce ausiliaria per schiarire le ombre e ridurre il contrasto.

Per chi fosse appassionato di fotografia macro la nuova Olympus C-770UZ mette a disposizione ben 2 modalità dedicate. La prima consente di avvicinarsi fino a 7cm dal soggetto mantenendo la possibilità di azionare lo zoom mentre la seconda consente di arrivare fino a 3cm con lo zoom bloccato in posizione grandangolo. Moderata la distorsione.

Le riprese notturne hanno dato sempre buoni risultati con immagine ben definite e con livelli di rumore più che accettabili.

MODALITA' VIDEO

Utile sebbene non troppo intuitiva la modalità di assistenza per la composizione di foto panoramiche.

Ci ha piacevolmente colpito la semplicità e soprattutto la qualità dei filmati prodotti dalla Camedia 770 UZ. Con una risoluzione di ben 640x480 pixel la qualità visiva è del tutto simile a quella di una normale telecamera. Inoltre l'estensione dello zoom consente estrema libertà nell'inquadratura. Ideale la scelta del formato MPEG4 per la memorizzazione dei video in quanto rende possibile la memorizzazione di filmati di elevata qualità senza richiedere molto spazio sulla memory card.

SUL CAMPO

Sul campo la C-770UZ si è distinta per praticità e semplicità d'uso. In pieno automatismo non è necessario preoccuparsi di nulla; l'ottima gestione dell'esposizione e la velocità del nuovo processore True Pic Turbo assicurano immagini di grande qualità in ogni situazione. I più esperti invece troveranno la C-770 una macchina di buon livello capace, in alcune occasioni, di impensierire le cugine di fascia superiore.

Il CCD da 4 Megapixel infatti è caratterizzato da un basso livello di rumore anche impostando valori ISO elevati, il che si traduce in immagini qualitativamente molto buone da cui stampare senza problemi ottimi ingrandimenti fino e oltre l'A4.

Molto ben realizzato il display LCD, strumento fondamentale per il fotografo digitale. L'unità montata sulla C-770UZ è nitido, luminoso e ben leggibile anche in pieno sole. Impressiona poi la fluidità con cui si muovono le immagini, caratteristica utilissima soprattutto quando si lavora in modalità video.

Inestimabile la possibilità di visualizzare in sovra-impressione un istogramma interattivo che indica i livelli di distribuzione della luminosità della scena inquadrata permettendo in questo modo di variare se necessario l'esposizione per sfruttare al massimo la gamma dinamica del sensore.

Notevole, come già accennato all'inizio dell'articolo lo zoom ottico in dotazione alla piccola Olympus. Avere a disposizione un'estensione focale così ampia si è dimostrato veramente comodo in più di una occasione e in alcuni casi decisiva per cogliere con la giusta prospettiva una scena o un momento importante. Tuttavia spesso abbiamo sentito la mancanza di uno stabilizzatore di immagini soprattutto lavorando alla massima focale di 380mm. Fotografando non in pieno sole il rischio di mosso è molto alto e scongiurabile solamente aumentando il valore ISO per lavorare con tempi di scatto adeguati ad evitare il micromosso ma con il rischio di ottenere immagini con evidente presenza di grana. Del tutto negativo invece il nostro parere riguardo lo zoom digitale soprattutto nella versione super. L’immagine finale infatti è ottenuta ritagliando e ingrandendo una parte del fotogramma originale. Questo porta ad un evidente degrado della qualità con zone della fotografia completamente sgranate e con pixel in evidenza. Molto meglio elaborare l’immagine in postproduzione con un buon programma di fotoritocco.

Unica nota negativa va purtroppo al sistema autofocus che, inspiegabilmente privato di una luce di assistenza, risulta spesso lento. Tuttavia, una volta identificato il soggetto, la messa a fuoco è sempre precisa e affidabile.

Infine ci ha stupito la velocità operativa, veramente degna di nota. Soprattutto in modalità raffica veloce la C-770UZ è in grado di catturare fino a 5 fotogrammi in circa 1.8 secondi. Ottima per catturare scene di azione o eventi sportivi.

ALCUNE FOTO

Molto interessanti le prestazioni in modalità macro della nuova C-770UZ. In modalità super-macro ci si può spingere fino a 3cm di distanza dal soggetto per inquadrature davvero spettacolari. A dispetto dell'ingrandimento la distorsione è limitata e i colori riprodotti con cura.

Se lo zoom 10x non fosse sufficiente è possibile azionare tramite menu lo zoom digitale disponibile in due modalità. Normale e Super. Il primo consente di raggiungere un ingrandimento equivalente a 14x. Il secondo invece permette un livello di zoom pari a 40x limitando però la risoluzione dell'immagine a 1600x1200. In entrambi i casi sconsigliamo l'uso di queste opzioni in quanto la qualità dell'immagine finale è spesso inaccettabile.

Veramente buono il comportamento della piccola Olympus durante il test di fotografia notturna con esposizione prolungata. Le foto appaiono nitide e soprattutto il rumore è molto contenuto. Attivando poi il filtro di riduzione la qualità migliora ulteriormente. Buoni i colori e la resa dei contrasti tra le luci dei lampioni e le zone più buie.

In modalità grandangolo, l’ottica Olympus si comporta discretamente. Buono l’angolo di campo quasi sempre adeguato alle situazioni più comuni come le foto a monumenti e piazze. Peccato però per la distorsione prospettica evidente ai margini del fotogramma con i palazzi inclinati verso il centro.

CONCLUSIONI

La nuova Olympus C-770UZ è una macchina degna di nota. Compatta e ben costruita integra funzioni di grande utilità sia per il principiante interessato ad ottenere il massimo con il minimo sforzo, sia per l'amatore evoluto alla ricerca di qualità e possibilità di intervenire in modo creativo sull'immagine.

PRO

- Costruzione & Qualità dei Materiali

- Zoom 10x

- Monitor LCD Fluidissimo

- Resa del Fuorifuoco - Bokeh

- Modalità Video VGA (640x480) in formato Mpeg4

CONTRO

- Ottica non Stabilizzata

- Bilanciamento del Bianco a volte impreciso

- Autofocus a tratti incerto

 

Articoli Correlati
Commenta su Facebook
Commenta questa notizia! Basta registrarsi al forum di ZMPHOTO. Clicca QUI.
Galleria Fotografica
Tepore
Coming Home in orange
Mont St. Michel
HeARt sOuL
Una Per Capello: Coffee Time
The silent cook
Altri tempi
Eclisse
Great Ocean Road Lighthouse
Venditrice di strada
Silvy 01
La chiocciola
Scappatella
Only Me
Catullo prima della tempesta

Direttore Responsabile Marco Zanirato
ZMPHOTO Ŕ testata giornalistica registrata presso il tribunale di Monza, n. 1934 del 1/12/2008
Copyright © 2003-2016 zmphoto.it Tutti i diritti riservati.
ISSN 1827-3653 - P.IVA 04865660965
Condizioni d'Uso & Privacy
Contatti