Canon EF 70-300 DO IS

Nell'ormai lontano 2002, Canon realizza e mette in vendita il primo obiettivo al mondo, il Canon EF 400 f/4 DO IS, costruito sfruttando i principi della difrazione della luce per garantire qualità e controllo delle aberrazioni cromatiche riducendo allo stesso tempo e in modo sensibile le dimensioni dell'ottica.

Con il nuovo Canon EF 70-300 DO IS Canon si spinge oltre e grazie a speciali lenti difrattive multistrato estende la tecnologia DO al mondo degli zoom.

COSTRUZIONE

La prima cosa che stupisce del nuovo Canon EF 70-300 DO IS sono sicuramente le dimensioni. 100mm scarsi sono davvero pochi. Contenute anche una volta esteso il barilotto per raggiungere la massima focale di 300mm. Le dimensioni minute però non incidono sul peso che si attesta su circa 720g, valore non esagerato ma comunque notevole.

 


Molto buona la costruzione. Buone le rifiniture e i materiali sempre di qualità. Il barilotto, realizzato in metallo e in robusta plastica presenta i classici comandi per la selezione tra messa a fuoco manuale o automatica oltre ai ben noti controlli per lo stabilizzatore (Immagine a sinistra ). L'immagine qui sopra invece mostra l'ottimo riferimento per le distanze di messa a fuoco e i riferimenti per la messa a fuoco all'infinito con l'utilizzo di pellicole infrarosse. A sinistra il comodo blocco di sicurezza che evita l'estensione accidentale del barilotto quando si trasporta la fotocamera a tracolla.

La dotazione, data la classe dell'obiettivo, prevede anche un ottimo paraluce con innesto a baionetta. L'interno è foderato con materiale adatto ad impedire il formarsi di riflessi indesiderati.

Infine, a differenza di molte delle ultime ottiche prodotte da Canon, il nuovo EF 70-300 DO IS non è provvisto di guarnizione sigillante in corrispondenza dell'aggancio a baionetta. Peccato perchè vista la versatilità e il peso contenuto questo genere di ottiche si presta molto all'utilizzo sul campo, magari in condizioni climatiche e meteo non proprio ideali.

SPECIFICHE TECNICHE

 DATI TECNICI
 Costituzione ottica:
18 Elementi in 12 Gruppi
 N° lamelle per diaframma:
6
 Apertura minima (70mm - 300mm):
  32-38
 Distanza minima di messa a fuoco (m):
 1,4m
 Diametro filtri (0 mm)
 58mm
 Misure esterne diametro x lunghezza (mm x mm):
82.4 x 99.9mm
 Peso (g):
720 g

Schema Ottico Canon EF 70-300 f/4.5-5.6 DO IS
Elementi DO - Elementi Asferici
Copyright Illustrazione Canon Inc.


Grafico MTF @ 70mm

Grafico MTF @ 300mm
Copyright Illustrazioni Canon Inc.

AREA TEST



In alto a destra e a sinistra i risultati del test per il controllo della distorsione.

Il comportamento del 70-300 DO IS è davvero buono sia alla minima che alla massima. In entrambi i casi i valori di distorsione sono molto bassi e difficilmente porteranno a evidenti difetti nelle foto di tutti i giorni.

Buona anche la riproduzione dei colori molto fedeli all'originale e senza nessuna dominante evidente.

A fianco il test realizzato grazie alle Colorchecker fornite gentilmente da GretagMacbeth Italia

 

SUL CAMPO

L'obiettivo di realizzare un'ottica pratica, versatile, comoda da trasportare e poco vistosa e invadente è stato senza alcun dubbio centrato in pieno.

Per chi avesse necessità di lavorare a lungo in location esterne e per tutti gli appassionati di fotografia naturalistica il Canon EF 70-300 DO IS sicuramente rappresenta una buona scelta. Ottimo come al solito il collaudatissimo stabilizzatore che spesso ci ha permesso di scattare senza alcun problema anche 3 stop più lentamente di quanto necessario per evitare il mosso.

Buone, anche se non eccezionali le caratteristiche ottiche del 70-300 DO con colori ben riprodotti e nitidezza di buon livello a patto di chiudere un paio di diaframmi. Il motore autofocus di tipo USM si è dimostrato valido come al solito con invidiabili doti di velocità unite all'assoluta mancanza di rumore durante le operazioni. Comoda la possibilità di correzione della messa a fuoco senza dover intervenire sull'interruttore per impostare la modalità manuale.

Tuttavia il Canon EF 70-300 DO non ci ha del tutto soddisfatti. Il primo inconveniente è legato all'usabilità del prodotto, in particolare al movimento della ghiera dello zoom. La resistenza opposta è spesso troppo elevata soprattutto se la posizione della macchina fotografica non è perfettamente orizzontale, il che spesso crea inutile affaticamento e difficoltà di operare con precisione.

Fastidioso inoltre l'estensione del bariolotto quando la macchina è trasportata a tracolla. Il pulsante presente sul barilotto consente infatti il solo blocco in posizione "di riposo" coincidente con la minima focale ma niente può fare per bloccare l'ottica su focali intermedie.

Un secondo incoveniente riguarda la minima distanza di messa a fuoco fissata a 1.4m, adeguata alla focale di 300mm ma spesso troppo elevata utilizzando l'ottica tra i 70mm e i 135mm.

Infine non ci ha entusiasmato, al di là del valore di luminosità massima forse un po' limitato ( la mssima apertura è f/4.5 ), la variabilità dell'apertura massima. Avremmo sicuramente preferito un f/4 costante data la fascia di prezzo del prodotto.

CONCLUSIONI

Un prodotto come il Canon EF 70-300 DO non può che rientrare a pieno merito tra le ottiche di qualità che Canon ha dimostrato e continua a dimostrare di sapere costruire. L'utilizzo di soluzioni tecnologiche all'avanguardia come la tecnologia DO hanno permesso di "concentrare" in soli 100mm uno zoom dalla notevole estensione focale che arriva fino a ben 300mm. Chiaramente tutto ha un prezzo e per poter avere il nuovo gioiello di casa Canon nella nostra borsa sarà necessario sborsare oltre 1350 Euro. Proprio a fronte di un prezzo d'acquisto così elevato ci siamo sentiti di mettere in evidenza alcuni piccoli problemi come la scarsa luminosità dell'ottica e alcuni problemi di usabilità. Come sempre siamo di fronte a scelte che inevitabilmente hanno portato a compromessi.

Concludendo se la vosta necessità è avere versatilità e massima trasportabilità il nuovo Canon EF 70-300 saprà darvi notevoli soddisfazioni.

Se invece ricercate la massima qualità il consiglio è di pensare seriamente a ottiche come l'incredibile Canon EF 70-200 f/2.8 L che a fronte di 100mm in meno resta uno degli obiettivi mai prodotti in assoluto rimanendo nella stessa fascia di prezzo. Un'alternativa altrettanto valida qualitativamente ma notevolmente più accessibile come prezzo potrebbe essere il fantastico Canon EF 70-200 f/4 L, qualitativamente vicinissimo al 70-200 f/2.8 ma con massima apertura "limitata" a f/4.

Articoli Correlati
Commenta su Facebook
Commenta questa notizia! Basta registrarsi al forum di ZMPHOTO. Clicca QUI.
Galleria Fotografica
secondo incontro
luce e ombra
Winter River
Il Paterno e le Tre Cime
How many roads must a man walk down before you call him a man...
Occhi
chiara
Laura
Over the mountain
Francesca
Prelude to winter II
Silence
Oia Sunset 2
ninfea
Vecchia bici

Direttore Responsabile Marco Zanirato
ZMPHOTO testata giornalistica registrata presso il tribunale di Monza, n. 1934 del 1/12/2008
Copyright © 2003-2016 zmphoto.it Tutti i diritti riservati.
ISSN 1827-3653 - P.IVA 04865660965
Condizioni d'Uso & Privacy
Contatti