Viaggio in Inghilterra del Nord e Scozia nell'estate nel 2013. Ma le pecore? Uhm...poche, pure nei piatti. Vegetariani? Forse...E il coffee? Il colore c'è ma il resto..beh arrivavaci con la fantasia! Ahhh...:-)

Pecore, coffee e fantasia in Inghilterra e Scozia

Testo & Immagini a cura di Ornella

Partendo da Firenze via treno su a Parigi, e ancora via treno giù sotto la Manica, per giungere alla caotica e affollata Victoria Station, in attesa del bus che ci avrebbe portato fino alla nostra prima meta: York. E di lì ancora su, attravarsando il verde Yorkshire, l'industriale Newcastle, fino in Scozia. Le storiche Sterling e Edimburgo con il suo colorato festival delle arti, la verde Callander, la turistica Fort William, la suggestiva Talbert, la bella e selvaggia isola di Mull, con la sua isoletta di Iona, rifugio di artisti e silenzio. Per tornare via bus al caos di Londra, allo charme di Paris, al caldo di casa.

Storica cittadina dell'Inghilterra del nord, nello Yorkshire, teatro della famosa Guerra delle Due Rose (1455-1485), quando il casato di York con il duca Riccardo, arriva a disputare la corona d'Inghilterra al casato dei Lancaster, York è sicuramente una meta interessante. Protetta ancora dalle sue mura, percorribili a piedi quasi interamente, non si è dimenticata certo il suo passato, anzi ci si specchia continuamnete. Dalle "bariste" dei nuovi wireless coffee shop, che hanno ormai sostituito le vecchie tea room, agli antichi pub dove si può ancora mangiare piatti della tradizione locale. Castello e cattedrale t'indicano la via per l'antico centro medievale, dove il tempo sembra tornare indietro, a tempi passati di gloriosi soldati e ricchi mercanti.



Sulla costa lo Yorkshire si apre al mare, e paesi come Withby, si proteggono dalla furia del vento e delle onde dietro lunghissimi pontili in legno che protendono coraggiosi verso il largo. La costa è sempre battuta dal vento, con il sole o la pioggia. Camminare lungo i sentieri ben segnalati è un vero piacere. Panorami mozzafiato, fiori, farfalle, vento e silenzio. Fino a Robin Hood Bay, con le sue case arroccate una sull'altra e i suoi viottoli bagnati di acqua di mare, dove il locale fish&chips ripaga tutta la fatica!





Newcastle upon Tyne è una piccola ma vera metropoli che sta vivendo la sua epoca post industriale. La definirei la città dai mille ponti e dislivelli, palazzi che spuntano tra viadotti, ponti e ponticini, il tutto lungo il fiume Tyne. Paradiso del mondo dei trasporti, soprattutto nella grande periferia raggiunta da treni, subway, collegata da bus e ferry. Tra antiche rovine romane, locali alla moda e spiagge mozzafiato.



Ma che cos'è Edinburgh International Festival? La più grande manifestazione teatrale al mondo dal 1947, mi sono sentita rispondere in un accenttuato scottish accent. Capace di stravolgere una città intera, aggiungo io, trasformandola per 3 settimane in un enorme teatro, dove attori, ballerini, comici si sostituiscono ai normali passanti con le loro recite, canti e balli. Restarne affascinato è il minimo, anche per chi è lontano dal mondo delle arti. Io che l'adoro ho avuto uno schock...e non mi sono ancora rispresa.





Stirling è una cittadina bella ma faticosa. Tutto è in salita. Ma le case, le vie acciottolate, il castello e la vista sulla vallata valgono tutto lo sforzo. Certo non è fatta per passeggiare su e giù, ma in cima ad ogni salita si trova sempre un luogo tranquillo e immerso nel verde. Impossibile non notare il monumento dedicato all'eroe nazionale scozzese William Wallace, reso celebre dal film di Mel Gibson Braveheart. Anch'esso in cima ad un monte. Interessante l'Università di Stirling, a 3 km a piedi, passando per il famoso ponte teatro della prima Guerra di indipendenza scozzese (11 settembre 1297) che vide la dura sconfitta degli inglesi.





Callander è la porta d'accesso alle Highlands, così recitava la mia guida. Immersa nei boschi e attraversata dal fiume Teith, ha un unico difetto: piove tanto! Ma per la passeggiata fino alle Bracklinn Falls e il loro bel ponte in legno, il sole ci ha accompagnato, mostrandoci tutti i bellissimi colori del paesaggio scozzese.



Il viaggio in bus da Callander a Fort William è molto suggestivo. La strada è stretta e rasenta case, fiumi in piena, prati e vallate. Poi il paesaggio pian piano cambia. Si passa a montagne sempre più desolate e opprimenti. Le nuvole, prima alte in cielo, sono scese a toccare le cime. La luce diventa fioca e in questo paesaggio surreale, appaiono all'improvviso 3 bandiere scozzesi, alte e nitide nelle loro aste. Penso che questo sia il momento in cui mi sono sentita più in Scozia di tutto il viaggio.









Talbert, adagiato sul Loch Fyne, è la porta di accesso alla penisola del Kintyre. Dominato dalle rovine del Castello che lo sovrasta ancora, circondato dal mare e dagli aspri monti, Talbert è un pittoresco villaggio di pescatori. Ottimi ristoranti di pesce fresco, bella passeggiata lungo mare con lampioni accesi di notte, tanti percorsi da fare a piedi nei dintorni, facendo attenzione al tempo mutevolissimo.





Dove la terra, piccola striscia di sabbia bianca, prati e rocce, incontra sua maestà l'oceano: questa è Iona, isoletta collegata alla maggiore Isola di Mull da un traghetto. Dire che è bella, è riduttivo. Iona è molto di più. Battuta dal vento, che apre e chiude le nuvole sopra un paesaggio sempre di nuovi colori. Grigio, nero, rosa, verde, e persino azzurro. Sassi, tanti e coloratissimi. Spiagge, isolate e selvagge. Artisti e artigiani in ogni angolo. Immancabili pecore, che in gruppo alzano la testa e ti fissano. E silenzio, tanto silenzio. rotto solo dal fragore delle onde e dal sibilo del vento.

























Galleria Immagini
Informazioni sull'autore
Dietro ogni viaggio c'è sempre la ricerca misteriosa dell'Altro e dell'Altrove che somiglia molto alla ricerca spirituale del pellegrino. Per questo mi sono sempre definita una viaggiatrice più che una turista. La foto rappresenta l'unico modo che conosco per cogliere l'essenza dell'Altro e dell'Altrove. In uno scatto, l'attimo della vita si ferma e ti parla. Basterebbe questo ma la parola arricchisce, spiegando, tutto quanto. Viaggiare, fotografare e scrivere sono le cose cche amo di più.

www.minervarte.it/ita/ornella.html
Ulteriori Informazioni

Pubblicato: Martedi' 18 Novembre 2014
Articoli Correlati
Commenti su Facebook
Commenti
Canondal1980 dice:
Un bel reportage, semplice, filante e con le giuste immagini a completare il racconto, un bello stimolo per un viaggio in quelle location. Il caffè da Costa non è niente di che ma è un'ancora di salvezza per i tanti italici che si perdono in giro per cercare qualcosa da mettere sotto i denti ..... Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Ciao Daniele
 
AndreaXES dice:
Bel reportage! Gustato tutto!
 
fotoelba dice:
Grazie Very Happy Sono contenta che vi sia piaciuto. Volevo spiegare cosa vuol dire viaggiare in un paese così diverso dal nostro come il Nord dell'Inghilterra, e ancor più, come la Scozia. Spero di esserci riuscita
 
pierobob dice:
Me lo sono letto anch'io. Brava! Razz
 
fotoelba dice:
Grazie Embarassed
 
Luisa54 dice:
complimenti per le foto e per il bellissimo racconto della Scozia,terra bellissima che ho visto il mese scorso anche se non ho avuto molto tempo per fare la turista. Unica citta' visitata...Edimburgo,che mi è piaciuta tantissimo!!
 
sassofe1 dice:
Bel racconto di viaggio Mi ha fatto venire voglia di andare
 
Red Baron dice:
Dico la mia e che nessuno s'offenda. Esprimo solo un altro punto di vista. L'ho trovato solo un mischione di immagini slegate e con poca coerenza narrativa. Una raccolta più o meno casuale da "punta e scatta". Foto con poco (o nulla!) carattere. Luce piatta e inquadrature banali. Apprezzabile il tentativo e basta, secondo me. Un saluto Wink
 
Level0 dice:
Red Baron ha scritto:
Apprezzabile il tentativo e basta, secondo me. Un saluto Wink

Il forum serve appunto per questo. Rolling Eyes
 
fotoelba dice:
Grazie ancora per i complimenti e per le critiche! Very Happy Very Happy Very Happy
 
Commenta questo reportage! Basta registrarsi al forum di ZMPHOTO. Clicca QUI.
Galleria Fotografica
bubble fly
Pink portrait
Bayahibe - Black & White
Piazza dell'orologio
Tramonto- segni
Papilio Machaon
Quiete
marg
Empire State Building
allocco di lapponia
Cavalieri d'Italia
Milky Visions
The solitary One
Caos
Raggi di Turchia

Direttore Responsabile Marco Zanirato
ZMPHOTO è testata giornalistica registrata presso il tribunale di Monza, n. 1934 del 1/12/2008
Copyright © 2003-2016 zmphoto.it Tutti i diritti riservati.
ISSN 1827-3653 - P.IVA 04865660965
Condizioni d'Uso & Privacy
Contatti