racconti dal Maramures, tra agricoltura e religione

Maramures - terra e religione

Testo & Immagini a cura di elettrico

Il Maramures è una terra di frontiera, proprio sul limite nord della Romania, al confine con l'Ucraina e la Transilvania.

A carattere prevalentemente agricolo, il Maramures è una terra aspra, lavorata dalle sapienti mani delle poche persone che ci sono rimaste a vivere. Non è un eufemismo l'affermare che la terra sia lavorata a mano: i campi sono coltivati dalle persone con il solo aiuto degli animali. I rarissimi trattori sono poco più che rottami risalenti alla metà del secolo scorso e spesso sono fermi sul limitare della strada nell'attesa vana di una riparazione.
Il mercato del bestiame è ancora molto vivo in questa terra. Gli animali vengono presentati e provati prima di essere acquistati.
Lavoro nei campi
Lavoro nei campi

Si sfruttano le risorse della natura per sopperire alle mancanze della tecnologia: anche l'acqua deve fare la sua parte. Spesso incanalata per usarne la forza è usata per muovere le pale dei mulini ma anche, curiosamente, come lavanderia.

Le persone vivono come nelle nostre campagne all'inizio del secolo scorso. Le giornate sono scandite dal lavoro nei campi e le settimane dalle cerimonie religiose, le stagioni dalle coltivazioni e le annate dai raccolti.
Una vita dura, rude, senza riposo. Queste persone sono forgiate dal lavoro. Eppure miti ed ospitali, felici di condividere con l'ospite tutto il poco che hanno.
L'immancabile brindisi con la palinka, una sorta di grappa ottenuta dalla fermentazione delle mele, gli insaccati di maiale, le uova.

Le case, quasi completamente di legno, sono spartane ma confortevoli. Rustiche, senza grosse rifiniture, quasi completamente ricoperte di tappeti e tendaggi finemente ricamati dalle donne di casa. La legna è ancora il combustibile principale, sia per cucinare che per scaldarsi.

Interno di una abitazione tipica
Interno di una abitazione tipica


Sempre dello stesso materiale, sono fatte le tipiche chiese del luogo (Biserica in lingua locale).
Ogni paese ne ha due: una cattolica, l'altra ortodossa. In una sorta di gara fra le due religioni, quella che è stata costruita successivamente è sempre la più grossa.
La religione è molto radicata nella vita del Maramures. Per le cerimonie si sfoggiano i vestiti 'buoni', quelli tipici, spesso tramandati di generazione in generazione.

Pastore con il gregge. Quella sullo sfondo è una delle numerose Biseriche
Pastore con il gregge. Quella sullo sfondo è una delle numerose Biseriche


Nei paesi non esistono luoghi di aggregazione: i piccoli empori sopperiscono ai bisogni che non possono essere auto prodotti. Gli unici luoghi di incontro sono le chiese e le piccole pensiline in legno presenti lungo le strade. Spesso addossate ai recinti delle abitazioni, sono il punto di ritrovo degli anziani che passano interi pomeriggi in conversazione.

Un viaggio suggestivo. Un'immersione in una realtà molto vicina al nostro passato di cui ne abbiamo solo sentito parlare.
Galleria Immagini
Informazioni sull'autore
Jury Lascialfari 'elettrico' per il forum.
appassionato di fotografia e di viaggio.
troppo poco tempo a disposizione per l'uno e per l'altro....
Ulteriori Informazioni

Pubblicato: Martedi' 24 Maggio 2016
Articoli Correlati
Commenti su Facebook
Commenti
Canondal1980 dice:
Chi la dura la vince Wink Wink Poi me lo leggo con calma.
 
AndreaXES dice:
Aspettero di arrivare a casa per godermelo... Wink
 
elettrico dice:
Spero di non deludere le aspettative!
 
Goose80 dice:
Interessante.... un viaggio nel tempo! Bel racconto e belle foto. Teo.
 
oompaloompa dice:
Ottimo! Belle parole e belle (bellissime) fotografie, si completano perfettamente. Proprio vero, una realtà molto molto vicina al nostro passato...davvero un gran bel lavoro (e gran bei b/n, cosa tutt'altro che banale a farsi)
 
elettrico dice:
Grazie a tutti dei passaggi!!
 
AndreaXES dice:
Me lo sono goduto tutto! Direi perfetto nella sua semplicita! Lo vedrei bene su una rivista patinata con nomi importanti! Bravo
 
elettrico dice:
AndreaXES ha scritto:
Me lo sono goduto tutto! Direi perfetto nella sua semplicita! Lo vedrei bene su una rivista patinata con nomi importanti! Bravo
Addirittura!☺️ Mancano alcune foto che non avevo a disposizione e tutta la galleria dei ritratti. Anche la scrittura l'ho un po condensata: di cose da dire ce ne sarebbero molte. Grazie del passaggio!!
 
AndreaXES dice:
Se avessi scritto piu righe magari ne avrei saltata qualcuna per pigrizia. Hai messo le notizie giuste per creare curiosita ma disegnare bene uno spaccato di vita. Posso chiederti un po cone sei arrivato a questo reportage?
 
Goose80 dice:
in effetti incuriosisce anche me il motivo della scelta di un luogo apparentemente fuori dalle "solite cose". Teo.
 
elettrico dice:
non so se ho capito bene la domanda, comunque provo a rispondere. l'idea è partita con un amico di fare un viaggio prettamente fotografico. la scelta del Maramures è stata dettata da alcuni fattori non indifferenti: il costo e la possibilità di fotografare le persone (l'obiettivo primario) nel loro ambiente. Ambiente particolare, appunto. Rurale e molto vicino a quello che era in Italia nelle campagne fino alla metà del secolo scorso. di tutto il resto ce ne siamo ampiamente fregati: monumenti, chiese, città. quello che non era l'obiettivo del viaggio non è stato minimamente contemplato. in realtà le foto stampate sono una 50ina (a fronte di circa 650 scatti fatti in 5 giorni) e raccolte in un album. La cosa curiosa è che con il mio amico abbiamo visioni completamente diverse e ci siamo resi conto che pur essendo nello stesso posto abbiamo portato a casa scatti molto diversi. le parti scritte sono un piccolo riadattamento degli appunti presi durante il viaggio. fissare su carta quello che osservo è sempre stato un mio pallino. non so se ho soddisfatto le tue curiosità ma se hai domande..... sono qua!!
 
AndreaXES dice:
Direi molte domande le hai sviscerate. Non capivo se fossi li con famiglia o magari per parenti. Altra domanda: é stato difficoltoso farsi accettare e quindi inserirsi nella comunita? Immagino non siano abituati a gente che gira e rigira per cinque giorni li attorno...ne tantoneno con macchine fotografiche a far domande (come comunicavate inoltre?)
 
elettrico dice:
Goose80 ha scritto:
in effetti incuriosisce anche me il motivo della scelta di un luogo apparentemente fuori dalle "solite cose". Teo.
ci sono diversi motivi che mi hanno portato alla scelta del Maramures e, soprattutto ad esserne coinvolto come poche volte è accaduto. In Maramures ho trovato addirittura le radici del mio Mugello. L'avere vissuto con i miei nonni, il sentire le loro storie, lontane, i racconti dei raccolti, della battitura, delle feste contadine della campagna toscana. Sono sempre stato affascinato da queste cose. Il Mugello, all'inizio del secolo scorso non doveva essere molto diverso dal Maramures. Agricoltura e allevamento, case con l'aia ed i piccoli animali da giardino che sopperivano alle necessità primarie. Ho visto molto di quello che avevo solo sentito nei racconti della mia infanzia, in Maramures. L'ospitalità, le porte delle case sempre aperte, quasi ad invitare la gente ad entrare. La condivisione delle cose, una società unita e pronta ad aiutarsi. le persone rudi e gentili. spezzate dalla fatica di una vita dura. eppure sempre disposte al sorriso appena ti incontrano. un pò, appunto, come doveva essere qua da me un secolo fa.
 
elettrico dice:
AndreaXES ha scritto:
Direi molte domande le hai sviscerate. Non capivo se fossi li con famiglia o magari per parenti
no no, sono mugellanissimo da generazioni!! Very Happy Very Happy
Citazione:
Altra domanda: é stato difficoltoso farsi accettare e quindi inserirsi nella comunita? Immagino non siano abituati a gente che gira e rigira per cinque giorni li attorno...ne tantoneno con macchine fotografiche a far domande (come comunicavate inoltre?)
In realtà non è stato molto complicato farsi accettare. Come ho già detto sono molto ospitali e se trovano qualcuno che ha voglia di ascoltarli possono stare lì a parlare per ore. comunque il segreto sta nell'approccio. mica ci presentavamo con le macchine al collo tirandogli raffiche in faccia Laughing ! ci mettevamo a parlare e poi da cosa nasce cosa. molto spesso siamo stati ospiti a pranzo delle persone che abbiamo fotografato. per la lingua diciamo che l'italiano lo capiscono abbastanza. ogni famiglia ha almeno un parente in Italia. molto più spesso si parlava a gesti o comunque, piano piano ci capivamo. diciamo anche che il loro benvenuto a base di palinka aiuta a sciogliere ogni freno...... al secondo bicchierino parli rumeno che è un piacere!! Laughing Laughing
 
AndreaXES dice:
Scusa l insistenza...ma é curiosita: vi presentavate alle porte di sti crisriani e gli chiedevate della loro vuta? Vi oresentavate come giornalisti? Fotografi? Sono talmente ligure (chiuso e associale) che non capisco proprio quale sia il quid che faccia muovere questo processo.
 
Canondal1980 dice:
Una cosa è evidente, se ci andasse Andrea avrebbe bisogno di un intera bottiglia di Palinka.
 
elettrico dice:
beh, no. quello sarebbe un approccio sbagliato. chiunque, anche la persona più ospitale, si metterebbe sulla difensiva. prendevamo una zona e cominciavamo a batterla. un pò in macchina, un pò a piedi. le persone poi le incontri in giro. magari è un soggetto interessante e gli chiedi di potergli fare una foto. mai nessuno ci ha detto di no. a quel punto il ghiaccio è rotto. chiaramente la foto che gli hai appena fatto è quella che fa cagare e che infilerà dritta nel cestino. si chiacchiera del più e del meno, di quello che sta facendo in quel momento (magari sta portando le capre per la strada fino al pascolo). se è il caso lo puoi seguire per vedere quello che fa. e intanto ci parli. continuamente. mica conversazioni sui massimi sistemi, solo cose semplici e anche, se vuoi, banali. se poi siamo intorno all'ora di pranzo è difficile che non scatti l'invito. non ci siamo mai presentati come giornalisti o fotografi. non ce n'era bisogno.
 
elettrico dice:
Canondal1980 ha scritto:
Una cosa è evidente, se ci andasse Andrea avrebbe bisogno di un intera bottiglia di Palinka.
dopo un pomeriggio a base di chiacchiere, foto e... palinka: - chi guida? ed io: - io! - ma hai bevuto 4 bicchieri di palika! - mi sento bene! - basta che non ti fermino - perchè? hanno l'etilometro? - si. c'è l'arresto.
 
AndreaXES dice:
Fotodalcarcere.... No io non son proprio portato...
 
Canondal1980 dice:
AndreaXES ha scritto:
Fotodalcarcere.... No io non son proprio portato...
Allora cambia smartphone, così scrivi e parli subito correttamente senza bisogno di bere
AndreaXES ha scritto:
sti crisriani e gli chiedevate della loro vuta? Vi oresentavate come giornalisti
 
traso dice:
che bello !!!! era un po' che non vedevo un "lavoro" del genere bravo !!
 
juanlucas dice:
Un ottimo lavoro e - sicuramente - una grande esperienza personale, non solo dal punto di vista fotografico. Lo considero d'ispirazione e motivazione. Complimenti e grazie per la condivisione
 
elettrico dice:
traso ha scritto:
che bello !!!! era un po' che non vedevo un "lavoro" del genere bravo !!
grazie traso. non me ne vogliano gli altri, ma un commento come questo, fatto da TE, è una soddisfazione Embarassed Embarassed grazie ancora Very Happy
 
elettrico dice:
juanlucas ha scritto:
Un ottimo lavoro e - sicuramente - una grande esperienza personale, non solo dal punto di vista fotografico. Lo considero d'ispirazione e motivazione. Complimenti e grazie per la condivisione
volere è potere. un viaggio del genere lo si organizza con poco. pochi soldi e poco tempo. il più è stato convincere la mia metà!! Laughing Laughing
 
Paoloangelillo dice:
complimenti davvero... semplice, curato ed efficace. Wink
 
elettrico dice:
Paoloangelillo ha scritto:
complimenti davvero... semplice, curato ed efficace. Wink
Grazie!
 
elettrico dice:
Il Photo Club Mugello, di cui faccio parte, programma periodicamente delle serate dove ognuno dei membri porta un lavoro. Giovedì 9 giugno è il mio turno con le foto del Maramures. Chi si trovasse nei paraggi o volesse fare una giratella in Mugello, è il benvenuto! http://www.photoclubmugello.it Grazie ancora per il buon riscontro a queste foto.
 
rinegade dice:
la prima sensazione che ho avuto appena ho guardato un paio d'immagini è stata quella di tornare indietro nel tempo questo grazie anche al bel bianco e nero che ha utilizzato infatti il bw in molti casi ha la potenzialità di astrarre le immagini dal tempo complimenti per l'esperienza e per l'ottimo lavoro ciao, Rino
 
elettrico dice:
Grazie del passaggio, Rino. Sono felice ch il lavoro ti sia piaciuto e che il messaggio sia passato. Il bianco e nero è stata una scelta praticamente automatica, dato il tipo di fotografie. Un saluto
 
elettrico dice:
Tra poco comincia la proiezione. Il PC e il proiettore sono pronti. Speriamo di non essermi scordato di nulla.... A presto...!
 
Canondal1980 dice:
Augurissimi per la serata Very Happy Very Happy
 
elettrico dice:
Grazie!
 
hezter dice:
Sia il racconto che gli scatti meritano i miei più sinceri complimenti!
 
elettrico dice:
Grazie!!
 
Romeo BMO dice:
Belli scatti! Non ci sono mai stato eppure é a 100 km da casa dei miei, c'è da sapere che non tutto il maramures é così Mr. Green Nelle città urbanizzate la gente è moderna, basta solo capire che le connessioni Internet scaricano ai 20mb/s e io a Torino picchio la testa con i 0,6mb/s Confused hai visitato anche altri luoghi giù di li? Se si me ne consigli qualcuno ?
 
elettrico dice:
Romeo BMO ha scritto:
Belli scatti! Non ci sono mai stato eppure é a 100 km da casa dei miei, c'è da sapere che non tutto il maramures é così Mr. Green Nelle città urbanizzate la gente è moderna, basta solo capire che le connessioni Internet scaricano ai 20mb/s e io a Torino picchio la testa con i 0,6mb/s Confused hai visitato anche altri luoghi giù di li? Se si me ne consigli qualcuno ?
beh, chiaro! nella città più vicina (Satu Mare) è come essere qua da noi. resta il fatto che la regione rurale è vasta e poco popolata al di fuori dei piccoli agglomerati. La nostra uscita è stata solo all'interno della regione del Maramures, non siamo andati oltre, se non l'ultima sera prima della partenza che abbiamo pernottato a Cluj Napoca dove c'è l'aereoporto. Il Maramures è un luogo che merita, comunque. poterci stare qualche giorno e conoscere persone è una bella esperienza. Se hai occasione vai, ma ti sconsiglio di farlo da turista...!
 
Romeo BMO dice:
In che senso non farlo da turista Cosa ti é capitato ? Al massimo dico di essere giù di li Mr. Green
 
elettrico dice:
Niente mi è capitato. Era solo un modo di dirti di vivere quella terra e quelle persone. Entra in contatto con loro, passaci del tempo. Anche senza fotografare. Altrimenti porti a casa solo cartoline.
 
Romeo BMO dice:
Aha, ho capito! Condivido a pieno il tuo pensiero
 
Betterman78 dice:
Un servizio molto interessante e ben realizzato corredato da foto di livello. Grazie per averlo condiviso con noi.
 
elettrico dice:
Betterman78 ha scritto:
Un servizio molto interessante e ben realizzato corredato da foto di livello. Grazie per averlo condiviso con noi.
grazie Very Happy
 
Commenta questo reportage! Basta registrarsi al forum di ZMPHOTO. Clicca QUI.
Galleria Fotografica
Frosinone Hdr
Mi lasciate dormire in pace?
Bombylius
vespula germanica
secondo incontro
Tempesta
testa rossa
E' Anche Colpa Mia
Le Amiche
La risacca
Elica
Bassa marea
Snowcycle
Princess of flowers
The Ghost Photographer...

Direttore Responsabile Marco Zanirato
ZMPHOTO è testata giornalistica registrata presso il tribunale di Monza, n. 1934 del 1/12/2008
Copyright © 2003-2016 zmphoto.it Tutti i diritti riservati.
ISSN 1827-3653 - P.IVA 04865660965
Condizioni d'Uso & Privacy
Contatti